√ Natale e Ansia : Perchè a Natale Aumenta L’Ansia

Non so se ci avete fatto caso ma spesso, per alcune persone, il periodo Natalizio o delle feste  coincide con un Aumento di Ansia e Agitazione.

Natale e Ansia: sembra un controsenso. Il Natale è la festa per eccellenza della famiglia, ci si riunisce in compagnia, ci si scambiano regali e (di solito) tutti sono più buoni e contenti.

Natale e AnsiaLa realtà tuttavia è leggermente diversa. Questa festa, al pari di molte altre, ha perso suo il significato spirituale intrinseco e per molte persone si è ridotto  tutto ad un evento commerciale  in cui bisogna comprare e regalare per forza.

Prima del Natale sale la febbre dell’ acquisto, tutti corrono a comprare gli oggetti più svariati e superficiali, ed è proprio in questi momenti che il peso della crisi si avverte maggiormente.

Gli acquisti vengono fatti ma le possibilità economiche diminuiscono,un dettaglio non da poco soprattutto per chi non gode di una situazione stabile sul piano delle finanze, ed è qui che l’ Ansia dovuta al peso della situazione si presenta con forza.

Come avviene in estate, periodo in cui la solitudine diventa più evidente e pesante, anche in questo frangente aumentano in modo esponenziale gli episodi drammatici dati dalla Depressione.

Natale e Ansia si fondono in una commistione di sentimenti avversi, quasi contraddittori. Da un lato, la felicità dell’ atmosfera natalizia, i momenti con gli amici e con il proprio partner; dall’altro, la sensazione di dover essere felici per forza, dover passare dei momenti con parenti che non vediamo mai, temendo di incorrere in critiche dure e pesanti, pensare di dover dimostrare per forza qualcosa…

Certo, per  alcuni questo quadro sarà esagerato ed eccessivamente negativo, infatti non sempre è  così. In molti casi esistono anche, fortunatamente, famiglie unite in cui non ci sono problemi di comunicazione o di convivenza, liberi da giudizi e impressioni altrui.

A questo proposito trascrivo una mail di Giovanna ( per ragioni di privacy il nome è fittizio) in cui parla di Natale e Ansia, di come lo vive nella sua dimensione familiare:

Ciao Andrea, mi chiamo Giovanna, e ti scrivo questa Mail per sapere se quello che provo a così pochi giorni dal natale è capitato mai anche a te. Mi preme sapere se sono pazza io o se qualcun altro si sente o si mai è sentito così…

Il Natale è un giorno bellissimo e lo penso davvero. Ho dei ricordi però che non mi consentono di considerarlo più così da un po’… Adesso sono sposata e ho due meravigliosi figli, la mia è una famiglia “normale” e mio marito, dopo essersi del mio disagio “Natalizio” cerca tuttora  in tutti i modi di farmi cambiare idea ed starmi vicino, anche se non è facile.

Io provengo da una famiglia problematica. Mio padre non l’ ho mai conosciuto, mia madre soffriva di profonde crisi ed è stato proprio il giorno di un natale di tanti anni fa  che mi ha segnato. Riesco ancora a vedere chiaramente mia madre e a non riconoscerla affatto, preda della sua crisi nervosa più tremenda. Mi ero svegliata sentendo la sua voce e vedevo già in lontananza l’ ambulanza  davanti a casa nostra. Mia madre non si calmava, si vedeva che era chiaramente ubriaca e si comportava come una pazza. Non so bene come io non mi sia accorta di tutto questo, come avessi fatto a dormire così serenamente, ma i miei vicini se ne erano resi conto e non avevano esitato a chiamare aiuto…

Racconto ad altri questa storia, per capire se questa sensazione di paura e disperazione che mi pervade  scomparirà in qualche modo, un giorno. In futuro. Ho tentato svariati metodi e consultato diversi esperti per aiutarmi a superare questa esperienza, ma non ho ottenuto grandi risultati.

Pensi che la mia attuale vita tranquilla sia già di per sé un rimedio in grado di farmi superare questo ricordo? O pensi che devo rassegnarmi, che i miei Natali saranno per sempre contrassegnati da Ansia e Paura?

Quello che mi preoccupa è che i miei figli avvertano tutto quest, non voglio che a causa mia anche il loro modo di vedere il natale diventi così triste e negativo…

 

Cara Amica, come sempre io faccio riferimento alla Mia esperienza personale e, nonostante tutto quello che ho passato, non conservo particolari legami fra Natale e Ansia.  Quello che credo comunque, è che se ti lasci guidare e supportare da tuo marito e dal calore dei tuoi figli percepirai la attuale condizione. Un contesto felice, diverso, nuovo, grazie al quale la tua ansia si indebolirà sempre di più fino a scomparire del tutto.

Purtroppo ci sono immagini che rimangono impresse nella nostra mente, nel nostro cuore e cambiarle non è facile. Ma non significa che non sia possibile. La tua analisi, le tue paure, tutto quanto è molto lucido e consapevole, ma credo anche che qualche esercizio di visualizzazione con le immagini positive possa contribuire a raggiungere  il benessere che stai cercando.

Come spesso accade, il passato influenza il presente. Il consiglio che sento di dare a chiunque abbia problemi e sensazioni legate a eventi negativi trascorsi è innanzitutto quello di sentire un medico specialista. Le terapie moderne possono aiutare molto e non dimenticate che le tecniche di induzione visiva possono essere sempre sperimentate, provate, senza alcun rischio e completamente da soli.

 

Ultimo aggiornamento:settembre 26, 2014